Il lato ‘oscuro’ di Urbino
Fin dove si spingerà Urbinoir?

21 gennaio 2011  |  di  |  Pubblicato in Fuori Urbino

Urbino inizia ad interrogarsi, a mettersi in discussione a partire da uno sguardo altro su una traiettoria fatta di luci e di ombre che proietta il proprio riverbero su narrazioni differenti.

Urbinoir

Presentazione di libri, film, readings, graphic novel e un sito internet che contiene interviste e recensioni: questo vuole essere il progetto “Urbinoir” e che vuole fare di Urbino uno dei luoghi dove i diversi linguaggi di questo particolare genere creativo si incontrano.

Scrive sul sito Alessandra Calanchi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, tra gli organizzatori con Ivo Klaver e Giulia Ovarelli:“Urbinoir vuole farvi pensare su quanto accade intorno ogni giorno: sui meccanismi del crimine, sì, ma anche sulle responsabilità e sulle connivenze di ciascuno di noi, sulla rete di omissioni e di atti mancati in cui siamo quotidianamente coinvolti, su quel confine fragilissimo che separa le persone ‘normali’ dagli psicopatici che rischiamo di divenire in un attimo”.

Se il genere noir è un filone raffinato del romanzo giallo e della produzione cinematografica, poi convertito in altri palcoscenici audiovisivi, e su altre modalità di rappresentazione, a Urbino il genere viene recuperato nelle sue fondamenta e restituito nella sua massima vitalità

Non dovendo seguire le regole enunciate dai teorici della detection – prosegue Alessandra Calanchi - il noir può permettersi uno sguardo grandangolare sul sociale, e denunciare il lavoro clandestino, le sette sataniche, l’ecomafia, la non-sicurezza sul lavoro, il business dello smaltimento dei rifiuti e della speculazione edilizia e quant’altro. [….]

Urbinoir è anche cinenoir: Sherlock Holmes, partito dalla Londra di fine 800, si reca a Urbino per conoscere l’autrice di un libro (Alessandra Calanchi) che lo ha colpito: Sherlock Holmes in America… L’Alfa Edizioni di Milano editerà una pubblicazione multimediale contenente, oltre al Mastino dei Baskerville, un filmato e un cinegiornale girati a Urbino il 15 di gennaio.

Il prossimo appuntamento con Urbinoir è, invece, per il 24 marzo con la presentazione del nuovo romanzo noir Odore di chiuso di Marco Malvaldi edito da Sellerio nella collana La Memoria; il 13 aprile con la presentazione e la lettura di Invocando la tempesta per salvarti dal male, l’avvincente romanzo d’esordio di Luca Marozzi, giornalista ed ex responsabile relazioni esterne della Virtus Bologna, uscito per Pendragon che definisce “una storia metropolitana e maledetta, romantica e violenta come una canzone dei Clash”.
“Angelica detta Angie si ritrova a più di trent’anni senza lavoro, senza più amici, senza un senso da dare ai propri giorni. La sua condizione psichica altalena pericolosamente tra l’aggressività psicotica e la schizofrenia, i suoi riti quotidiani celebrano la distruzione di un mondo che le si sbriciola tra le mani senza opporre resistenza”. da Invocando La Tempesta Per Salvarti Dal Male

Il programma completo dell’edizione 2011 è visibile sul sito.

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011