Seduta dinamica
Il progetto sperimentale tra Università e Comune di Urbino

9 febbraio 2012  |  di  |  Pubblicato in Innovazione

La “Swiss Ball” al posto della sedia in ufficio per provare a migliorare equilibrio e postura dei dipendenti. E’ questo il progetto sperimentale che, in base a un accordo siglato tra l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo (Dipartimento di Scienze Biomolecolari, prof.ssa Anna Rita Calavalle, ricercatrice della sezione di Scienze Motorie) e il Comune di

Prof.ssa Anna Rita Calavalle

Prof.ssa Anna Rita Calavalle

Urbino (da una sollecitazione del Dirigente del personale, avv. Angelo Brincivalli), prevede che i 16 impiegati comunali coinvolti, alternino l’abituale seduta di tipo statico su sedia ad una seduta di tipo dinamico sulla SwissBall, pallone propriocettivo di grandi dimensioni, stabilizzata a terra per mezzo di un supporto.

Il progetto dal titolo “Lombalgia da postura scorretta – L’uso della seduta dinamica e i suoi effetti su soggetti con un lavoro sedentario” è in sintonia con le disposizioni dettate in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; sarà, inoltre, oggetto di una tesi da parte di una laureanda dell’Università di Urbino.

«Il ruolo negativo di un lavoro sedentario sulla corretta postura – afferma la prof.ssa Anna Rita Calavalle ricercatrice della sezione di Scienze Motorie – e di conseguenza sulla buona salute della colonna vertebrale, è da tempo riconosciuto a livello scientifico. Diversi studi hanno infatti dimostrato che esiste una correlazione tra il tempo trascorso in posizione seduta e la lombalgia: quanto più aumentano le ore in questa posizione tanto più aumenta l’incidenza della lombalgia. Quando si sta seduti si pensa di riposare, ma in realtà, la pressione sui dischi intervertebrali è maggiore di quando si sta in piedi, aumentando l’incidenza del 40 %».

Lo scopo finale del Progetto è il miglioramento della propria salute e percezione del benessere fisico, utile a costruire un innalzamento della qualità della vita. La prof.ssa Anna Rita Calavalle supporterà l’applicazione pratica con seminari integrativi su come incrementare il benessere fisico anche attraverso piccoli cambiamenti nelle abitudini e nei gesti di ogni giorno.

Il progetto, bene accolto dal Comune di Urbino, secondo l’assessore alle Politiche Sociali,  Personale, Bilancio e

Maria Clara Muci — Assessore al Personale del Comune di Urbino

Maria Clara Muci — Assessore al Personale del Comune di Urbino

Partecipazione, Maria Clara Muci: «mira  a promuovere e mantenere il più alto grado di benessere fisico nonché psicologico e sociale dei lavoratori investigando sull’impatto che un incremento di benessere può avere sullo stato di salute dell’intera organizzazione e dei servizi resi. Tanto meglio stanno i dipendenti tanto migliore sarà il lavoro prestato, in termini di efficacia e di efficienza».

Il periodo di applicazione del progetto è di 5 settimane continuative, dal 23 gennaio al 25 febbraio 2012, 5 giorni a settimana.

Agli impiegati del Comune di Urbino è stato proposto di partecipare a questo progetto dato che rappresentano una tipologia utile allo scopo della ricerca passando dalle 6 alle 7 ore in media al giorno seduti ad una scrivania e di fronte ad un computer, 6/7 giorni alla settimana. E’ iniziato con una seduta dinamica di 2 minuti i primi giorni, e proseguirà fino ad un massimo di 20 minuti al giorno, a seconda dell’adattamento e delle risposte fisiologiche del soggetto. Gli impiegati sono liberi di decidere in quale momento e per quanto tempo sedersi sulla SwissBall, a seconda delle percezioni personali. Infatti è stato riscontrato che per chi non svolge alcuna attività fisica e ha ormai acquisito abitudini posturali scorrette, la seduta dinamica inizialmente può portare a dei dolori muscolari. Il tempo di seduta deve essere infatti aumentato progressivamente fino ad un massimo di 20 minuti al giorno, senza nessuna sintomatologia adattativa.

PROGETTO PILOTA: Scienze Motorie – Comune di Urbino

La seduta dinamica e la lombalgia da lavoro sedentario

BASI SCIENTIFICHE - La posizione seduta è potenzialmente dannosa perché agevola la flessione inversa alle curve fisiologiche del rachide. La lordosi lombare si riduce, e nel caso in cui la sedia è troppo bassa ci si rilassa e si forma una curva addirittura opposta a quella fisiologica, la colonna da concava diventa convessa. Un ulteriore motivo per cui la posizione seduta può provocare dolore è quello della fissità prolungata: i dischi intervertebrali, non essendo dotati di irrorazione propria, traggono nutrimento dalle strutture circostanti attraverso il movimento. Se si sta seduti per molto tempo, anche se correttamente, i dischi non hanno possibilità di reidratarsi. In presenza di muscolatura addominale e dorsale poco tonica, non è possibile mantenere costantemente una posizione corretta e, inevitabilmente, si assumono posizioni scorrette che con il passare del tempo provocano lombalgia. Studi sperimentali hanno dimostrato come ciò sia facilitato attraverso l’utilizzo della SwissBall alternata alla comune sedia da scrivania. Mentre la seduta statica su sedia impedisce il movimento, non permette lo scarico vertebrale e la reidratazione dei dischi e riduce la circolazione sanguigna nella struttura spinale, la seduta dinamica sulla SwissBall stimola la stabilizzazione ed un corretto mantenimento delle curve vertebrali, permette lo scarico delle compressioni vertebrali e la idratazione dei dischi, stimola la circolazione sanguigna nella struttura spinale ed ha effetti positivi sugli apparati cardiovascolare e respiratorio. Attiva costantemente le afferenze dei meccanocettori e quelle sensoriali, promuove l’equilibrio e rinforza la muscolatura dorso-addominale. Incoraggia il movimento anche in posizione seduta migliorando la percezione di chi vi è seduto, favorendo la presa di coscienza della propria postura e stimolando la regolazione della posizione.

Effetti della seduta sulla colonna vertebrale, su una sedia e sulla Swiss ball

Effetti della seduta sulla colonna vertebrale, su una sedia e sulla Swiss ball

Lo stare seduti ma con il movimento continuo di adattamento, aiuta a comprendere come la mobilità del tratto superiore della colonna e del coccige agiscano su tutti gli altri segmenti vertebrali. Aiuta a diversificare i modi di trasferire e distribuire il peso corporeo, facendo relazionare il soggetto con la forza di gravità e rendendolo attivo a questa forza. La SwissBall permette di posizionare il corpo in un corretto allineamento con l’utilizzo simultaneo di un muscolo o di un gruppo di muscoli, coinvolgendo tutto il corpo nel mantenere una postura corretta. La sollecitazione dei muscoli addominali e lombari, in particolare, e di tutta la muscolatura posturale consente infatti una corretta postura ed è importante per alleviare e prevenire i dolori lombari.

METODI - I risultati verranno evidenziati attraverso la compilazione di questionari utilizzati e validati in letteratura scientifica attraverso i quali viene misurata la percezione del disagio o dolore a livello lombare negli atti di tutti i giorni. Questi sono somministrati prima dell’avvio della sperimentazione e a chiusura del periodo. La comparazione dei relativi punteggi consentirà di verificare se sono riscontrabili benefici dall’uso della seduta dinamica così come sostenuto da studi  precedenti e darà indicazioni sull’opportunità di adottare in modo definitivo l’utilizzazione della Swiss ball per consentire agli impiegati di migliorare la propria qualità della vita.

APPLICAZIONE - Ai 16 impiegati che hanno aderito, accogliendo con entusiasmo l’iniziativa, è stato richiesto, di alternare l’abituale seduta di tipo statico su sedia ad una seduta di tipo dinamico sulla SwissBall, pallone propriocettivo di grandi dimensioni, stabilizzata a terra per mezzo di un supporto.

Il periodo di applicazione del Progetto è previsto di 5 settimane continuative, dal 23 gennaio al 25 febbraio 2012, 5 giorni a settimana, iniziando con una seduta dinamica di 2 minuti i primi giorni, fino ad un massimo di 20 minuti al giorno, a seconda dell’adattamento e delle risposte fisiologiche del soggetto. Gli impiegati sono liberi di decidere in quale momento e per quanto tempo sedersi sulla SwissBall, a seconda delle percezioni personali. Infatti è stato riscontrato che per chi non svolge alcuna attività fisica e ha ormai acquisito abitudini posturali scorrette, la seduta dinamica inizialmente può portare a dei dolori muscolari. Il tempo di seduta deve essere infatti aumentato progressivamente fino ad un massimo di 20 minuti al giorno, senza nessuna sintomatologia adattativa.

OBIETTIVI - Scopo del progetto è quello di verificare gli effetti della seduta dinamica sulla percezione del proprio benessere riferito alla colonna vertebrale, in particolare al tratto lombare.

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011