I migliori studenti camerunensi
Premiati con un viaggio e stage in Italia. La cerimonia con i due futuri farmacisti

28 agosto 2013  |  di  |  Pubblicato in Home page Uniurb, In evidenza (B)

Yannick Fotio, nato a Bafoussam l’8 aprile 1990 e Coralie Cameroonian, nata a Yaoundé il 13 luglio 1990, sono i migliori studenti camerunensi iscritti al corso di laurea in Farmacia presso le università di Urbino e Camerino. I due giovani di Dschang, città situata nell’ovest del Camerun con circa centocinquantamila abitanti, sono risultati i migliori tra i venti studenti che sognano di diventare farmacisti. Per la prima volta in Italia, oggi a Urbino per la cerimonia del Premio consegnato dall’Università di Urbino e di Camerino, i due giovani hanno ringraziato quanti hanno permesso loro di vivere questa esperienza di lavoro che presto inizieranno con uno stage in un’azienda farmaceutica e in una farmacia del territorio.

«I docenti che hanno provveduto alla valutazione sono rimasti esterrefatti dal progresso compiuto da questi due ragazzi e dalla volontà con il quale si sono dedicati allo studio»: ha sottolineato il prof. Orazio Cantoni, direttore del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Urbino e coordinatore del Progetto Camerun con il prof Sauro Vittori, direttore Scuola di Scienze del farmaco e dei prodotti della salute dell’Università degli Studi di Camerino.

Un momento della cerimonia del Premio

Un momento della cerimonia del Premio

Il Rettore Stefano Pivato ha detto come questa giornata sancisca il lungo rapporto di cooperazione tra università e che va nella direzione fortunata della scienza a servizio del progresso.

Nell’aprile del 2012 l’Università di Urbino e l’Università di Camerino firmavano a Roma un accordo con l’Università di Dschang, in Camerun, per formare venti giovani farmacisti e trasferire la moderna farmacologia in uno degli stati più grandi ma anche più poveri del mondo, con l’attivazione di un corso di laurea in Farmacia presso l’Università di Dschang (Camerun).

Tra gli obiettivi della cooperazione vi era quello di creare mobilità, scambio di competenze tra i ricercatori e i docenti e formare giovani laureati africani in grado di saper affrontare tutte le patologie, intrecciando le pratiche della moderna medicina con i loro rimedi naturali. Un ulteriore obiettivo è quello di aiutare i neolaureati a strutturare piccole aziende di produzione di cosmetici, integratori alimentari e farmaci naturali estratti dalle piante.

La malaria colpisce l’intero Paese, l’AIDS è tra le prime cause di morte. L’aspettativa di vita non supera i 45 anni. «Questo significa – dice Yannick – qual è lo stato del sistema sanitario. Abbiamo molti problemi a partire da quello politico e culturale. La mia speranza è la messa in atto di politiche sanitarie efficaci in grado di estendere i benefici effetti delle nuove tecnologie a gran parte delle popolazioni». E che si possa continuare a cooperare con l’Italia nel settore farmaceutico è il sogno di Coralie, grata per questa opportunità di venire in Italia e finire gli studi.

 

Anuska Pambianchi con i docenti Simone Lucarini, Giovanni Piersanti e i deu studenti camerunensi premiati

Anuska Pambianchi con i docenti Simone Lucarini, Giovanni Piersanti e i due studenti camerunensi premiati

Lo scorso 19 novembre sono iniziate ufficialmente le lezioni, presso l’Università di Dschang, per i 20 studenti selezionati, così come stabilito nell’accordo firmato nell’aprile del 2012. Tra i docenti dell’Università di Urbino, insieme al prof Orazio Cantoni, Walter Balduini, Giovanni Piersanti e Simone Lucarini che nel lungo soggiorno in Camerun (5 settimane di corso, sono rientrati nel Natale scorso) hanno raccontato la loro esperienza di docenza nel blog http://giovannisimonecamerun.wordpress.com/ e urcadschang.wordpress.com dove è possibile seguire la loro esperienza.

La cooperazione è stata resa possibile grazie al sostegno del Miur, del Distretto 2090 del Rotary Club, del Rotary Foundation e degli Ordini professionali dei Farmacisti della Regione Marche.

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011