Dodici anni di Career Day
Più di 1000 partecipanti in questa due giorni. Il prof Pencarelli: “Un percorso in crescita che incoraggia la relazione tra Uniurb e mondo del lavoro”

14 novembre 2013  |  di  |  Pubblicato in Home page Uniurb, In evidenza (A), Slider

Quali opportunità offre concretamente il Careerday ai laureati in cerca di lavoro? Quanto è importante per le aziende partecipare all’evento per selezionare e poi assumere le persone giuste?

Da  un’indagine «10 EDIZIONI DI CAREER DAY: 2003-2012» dell’Università di Urbino, condotta dallo Studio Synthesis di Daniela Cini, effettuata in occasione di questa dodicesima edizione, risulta  che il 21% dei ragazzi è stato ricontattato dalle aziende incontrate durante l’evento e che di questi il 34% è stato inserito nell’organico dell’azienda, soprattutto attraverso contratti a tempo determinato e stage con rimborso spese. Risulta, inoltre, che la maggior parte dei laureati ha partecipato al Career Day da 1 a 3 volte soprattutto nelle edizioni dal 2009 al 2012.  Le attività di orientamento proposte che sono state più utili per i ragazzi sono state i colloqui con le aziende per il 24,3%, le indicazioni fornite per la stesura dei curriculum vitae per il 22,8% e i laboratori di orientamento per il 12,6%.

“A questi dati si aggiunge l’alta partecipazione dei giovani a questa edizione. Sono, infatti circa un migliaio i laureati che hanno raggiunto Palazzo Battiferri, dove sono stati allestiti gli stand delle aziende. Questi dati ci incoraggiano a continuare questa strada in crescita”. Ha detto in apertura questa mattina il prof Tonino Pencarelli, delegato ai Tirocini Formativi e Placement nonché coordinatore responsabile del Career Day, che ci ha illustrato meglio le cifre delle performance nel corso del tempo. “Anche le aziende dicono di essere soddisfatte dell’evento. Il 66% ha partecipato a più edizioni.  Tra gli aspetti più utili legati alla partecipazione all’evento quasi il 50% delle aziende indica la possibilità di instaurare buoni contatti con laureati e laureandi nonché con l’Ateneo. Altro aspetto importante indicato sono i rapporti di collaborazione attivati durante l’evento, anche al fine di progettare iniziative congiunte con Università. Il 56% delle aziende ha dichiarato di avere ricontattato i ragazzi conosciuti durante il Career Day e il 70% di queste li ha inseriti in azienda;  per il 50% si è trattato da 1 e 3 candidati. Gli inserimenti sono avvenuti prevalentemente attraverso un Contratto a tempo determinato (33%) o uno stage con rimborso spese (22%)”.

 

Il prof. Pencarelli sottolinea inoltre l’utilità dell’indagine, in quanto ha consentito all’Ateneo di  conoscere i positivi risultati ottenuti dall’evento nel corso degli anni in termini sia di orientamento che di inserimento nel mondo lavorativo. Il fatto che gli aspetti principali su cui è stata focalizzata l’attenzione da parte dei partecipanti siano state  le attività di orientamento al lavoro ed il contatto diretto con le aziende, considerate le  più utili per ottenere spunti professionali per la propria carriera, ci incoraggia a proseguire su questo percorso di creazione di occasioni di incontro tra giovani e mondo del lavoro.  Va espressa soddisfazione anche del fatto che le organizzazioni partecipanti si sono fidelizzate all’Ateneo di Urbino, diventando veri partner con cui collaborare non solo per l’inserimento lavorativo dei laureati, ma anche per la ideazione e realizzazione di progetti di formazione e ricerca mirati.

L’indagine è stata effettuata sottoponendo un questionario online nei mesi di settembre e ottobre.

Le foto di questo servizio sono di Tiziano Mancini

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011