La matematica e…
Amore, guerra e altre discipline. Continua il ciclo di conferenze promosse dalla Scuola di Economia in collaborazione con il Pristem- Bocconi

8 gennaio 2014  |  di  |  Pubblicato in Eventi, Home page Uniurb

E’ già partito, anche quest’anno, il ciclo di conferenze “Matematica e…”, giunto ormai alla ottava edizione. Si tratta di sette conferenze pomeridiane, rivolte agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori, finalizzate a fornire elementi di riflessione sui collegamenti tra Matematica e altre discipline. Gli argomenti trattati, che vanno dai collegamenti fra matematica e l’enigmistica, alla geografia, servono a suggerire spunti per cogliere le connessioni tra le varie discipline anche in funzione della tesina per l’esame di stato. Le lezioni sono comunque aperte a tutti. Dopo i primi due appuntamenti dello scorso dicembre, per l’anno nuovo (venerdì 17 gennaio) la matematica incontrerà l’enigmistica con un relatore d’eccezione: Giorgio Dendi, enigmista e  matematico di Trieste, noto al pubblico italiano per essere stato pluricampione nei programmi di Mike Bongiorno e recentemente ospite di Rai1 a SuperBrain. Venerdì 14 febbraio 2014 si terrà “Matematica e relazioni amorose: il caso di Jules e Jim” con Fabio Dercole, Politecnico di Milano. Venerdì 28 febbraio 2014: Matematica e guerra (e per gestire la pace)” con Angelo Guerraggio, Centro Pristem e Università dell’Insubria. Venerdì 28 marzo 2014: “Matematica e Architettura: dalla forma perfetta alla forma ottimale” con Liliana Curcio, Centro Pristem e Politecnico di Milano.

Abbiamo incontrato Gian Italo Bischi, docente di matematica presso la scuola di Economia e tra gli organizzatori del ciclo di conferenze.

Che legame può avere la matematica con l’ecologia?

Seguendo l’esempio della fisica che da Galileo in poi ha ottenuto grandi risultati formulando e risolvendo i suoi problemi attraverso il linguaggio e gli strumenti della matematica, nel corso del ‘900 anche altre discipline hanno utilizzato i modelli matematici per formulare e risolvere i loro problemi. In particolare, il fondatore dell’ecologia matematica è stato il fisico matematico italiano Vito Volterra che nel 1926 ha proposto il famoso modello preda-predatore per descrivere le oscillazioni delle specie ittiche nel mare Adriatico. Da allora l’ecologia ha tratto grandi vantaggi dall’utilizzo di questi strumenti.

E con l’amore?

Equazioni simili a quelle di Volterra sono state recentemente utilizzate per spiegare gli alti e bassi nelle relazioni di coppia utilizzando variabili collegate con atteggiamenti psicologici, reputazione etc… da un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano di cui il relatore Fabio Dercole fa parte. Questo gruppo ha applicato i modelli a coppie celebri come Laura e Petrarca o come a protagonisti di film, ad esempio al famoso triangolo amoroso di Jules e Jim.

Qual è la funzione della matematica nella vita sociale?

Innanzitutto, matematica significa rigore e struttura logica nei ragionamenti, quindi una corretta attitudine nell’analisi di affermazioni e ragionamenti. Inoltre, molti dei progressi tecnologici, frutto di studi matematici che ne stanno alla base (dalla telefonia mobile al navigatore satellitare, dall’elettronica all’informatica), potremmo comprenderli meglio se avessimo dimestichezza con la matematica. Anche molte scelte della politica, dall’energia all’inquinamento fino ai mercati finanziari, i dati statistici che spesso la stampa ci propina, possono essere capiti in modo critico e consapevole dai cittadini con una competenza di tipo matematico.

Quando si parla di ignoranza matematica del cittadino e, in particolare, delle giovani generazioni a cosa ci si riferisce?

Quello che veramente la matematica ci insegna è un affinamento delle capacità logico-deduttive e, quindi, uno scarso studio della matematica rende meno efficace l’elasticità del ragionamento. L’abitudine al ragionamento matematico ci aiuta ad applicare il rigore anche in altri campi della vita di tutti i giorni.

Che vantaggi traggono i maturandi nel seguire le conferenze?

Da un po’ di anni ai maturandi è richiesta una tesina di carattere interdisciplinare che collega le diverse materie di studio tra le quali la matematica. Quindi, attraverso queste conferenze i ragazzi possono apprendere che fatti e personaggi della matematica hanno collegamenti con i vari campi del sapere.

Tutti gli appuntamenti si terranno a palazzo Battiferri (sede del Dipartimento di Economia), aula Rossa dalle ore 15 e 15. L’evento è organizzato dalla Scuola di Economia di Uniurb in collaborazione con Università Bocconi Centro Pristem-Milano.

Per informazioni:

Paolo Tenti – Liceo Scientifico “Laurana” – Urbino, tel. 0722-4430 email paolo.tenti@istruzione.it

Gian Italo Bischi – Dipartimento di Economia, Società, Politica – Università di Urbino, tel. 0722 305553, email gian.bischi@uniurb.it

 

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011