“Essere o non essere… nel web”
Urbino 2014, lo spazio di discussione su Facebook, apre e studia la conversazione online sulle amministrative della città ducale

19 febbraio 2014  |  di  |  Pubblicato in Home page Uniurb, Innovazione

Urbino 2014 ha lanciato ieri questa petizione: “Partecipa alla campagna per chiedere ai candidati di accettare un confronto pubblico davanti ai cittadini”. I candidati sono quelli che parteciperanno alle primarie del Partito Democratico del 2 marzo con l’eventuale  ballottaggio previsto per il 16 marzo. Sono Maria Clara Muci, attuale assessore al bilancio e alle politiche sociali, Federico Scaramucci e Piero Sestili, entrambi consiglieri comunali, e l’ex sindaco Giorgio Londei, l’unico dei quattro a non avere un profilo Facebook.

«Urbino 2014 – ci spiega Fabio Giglietto, ricercatore del  LaRiCA  e ideatore della pagina – è un aggregatore di notizie sulle politiche amministrative 2014 che si terranno il 24 maggio a Urbino».

Perché questa pagina Facebook?

«L’obiettivo è quello di aggregare le notizie riguardanti le elezioni del nuovo sindaco di Urbino e fare emergere un dibattito, uno spazio di discussione pubblico che manca anche se il tema è ampiamente condiviso e commentato nei profili personali di molti utenti Facebook».

Come funziona, dunque?

«Questa pagina aggrega due tipologie di notizie: attraverso un sistema che recupera info dal web, in particolare da Google News, Bing News, Libero Notizie, YouTube e altre fonti minori che non sono prese in considerazione da questi portali».

Una sorta di rassegna stampa online?

«Si, anche se molte notizie che vengono pubblicate sui quotidiani locali e nazionali sono su carta e non sono online. All’inizio procedevo personalmente con la fotografia della pagina ma oramai conto sulla collaborazione degli entourage dei candidati sindaci o delle persone singole. Si tratta dunque di una rassegna stampa online prodotta attraverso la partecipazione dal basso».

Si conversa liberamente sul futuro sindaco, si fanno critiche?

Si possono fare alcune riflessioni interessanti. Dal 18 gennaio 2014, quando è stata aperta la pagina, Urbino 2014 conta quasi duemila “Mi piace”, oltre il doppio di Likes (710) che detiene la pagina del candidato più popolare su Facebook. Dunque c’è forte interesse però è palese una certa ritrosia a discutere di politica, a prendere posizione, a fare scelte precise. Finché lo si fa con la propria cerchia di amici la discussione è più libera, ma la conversazione si riduce a questa sfera più intima e conosciuta, diventa rischioso allargarla a un pubblico che non si conosce. Altra cosa curiosa è che i rispettivi entourage di sindaci che collaborano nel fornire notizie, non partecipano attivamente alle conversazioni. Così come gli stessi candidati. Ci sono solo pochi casi in cui tutti e tre (tranne Londei che non è online per una scelta sua precisa) sono intervenuti.

Ci sono studi simili al riguardo?

No, il LaRiCA aveva già nel 2011 svolto un’indagine per sondare quanto i Likes su Facebook potessero essere indicatori di successo di un candidato nelle elezioni politiche. Questa pagina invece rientrerà, se offrirà casi di studio, in un progetto di ricerca che intende analizzare l’eventuale dibattito che si genererà intorno a queste notizie, ma per il momento la conversazione, come dicevo, si esaurisce in due, massimo tre post. Sarebbe molto interessante, inoltre, provare a lanciare un sondaggio su questa pagina con la consapevolezza che le persone che sono online rappresentano un sottoinsieme di una popolazione non rappresentativa di quella urbinate. Il 40% della popolazione italiana dichiara di utilizzare Facebook (dati NEWS-ITALIA 2014), con percentuali di penetrazione che superano l’80%  nella fascia d’età fra i 18 e 29 anni. Restano fuori gli ultra sessantacinquenni che hanno diritto al voto. Ma sappiamo per esempio quanto Barack Obama ha fatto della sua campagna elettorale un meccanismo sofisticatissimo di social networking invitando, attraverso  Facebook, i supporter più giovani a discutere di politica a casa con i genitori a colazione, a pranzo e a cena.

 

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011