Viaggio Premio dove nacque lo sport
Stefano Amatori, studente di Scienze motorie vince due settimane a Olimpia

17 aprile 2014  |  di  |  Pubblicato in Home page Uniurb, Innovazione

Stefano Amatori, studente iscritto al 2° anno del corso di laurea triennale in Scienze motorie, sportive e della salute, partirà il prossimo mese di giugno per Olimpia, antica città greca sede dei giochi olimpici, per trascorrervi quindici giorni per studiare e confrontarsi sui più alti temi dello sport olimpico, con atleti e dirigenti e con circa 300 studenti da 80 Paesi del mondo. Ad annunciarlo alla nostra redazione è la professoressa Anna Rita Calavalle che ci racconta l’importante traguardo raggiunto dalla nostra Università.

La professoressa Anna Rita Calavalle con Stefano Amatori, studente al secondo anno di Scienze Motorie

La professoressa Anna Rita Calavalle con Stefano Amatori, studente al secondo anno di Scienze Motorie

«Lo scorso anno – ci spiega la prof.ssa Calavalle, responsabile dell’iniziativa -  Stefano ha aderito con altri suoi amici e colleghi del primo anno di corso, al bando per partecipare al convegno organizzato annualmente dall’Accademia Olimpica Nazionale Italiana. Stefano si è inoltre impegnato con il collega Gianluca Fraternali  ad affrontare, al termine della tre giorni a Roma, secondo una condizione che ho posto loro prima della partenza, di partecipare anche al concorso di chiusura che richiedeva di comporre una dissertazione in lingua (inglese) sui temi trattati durante gli workshop di Roma. Ai vincitori viene offerta la possibilità di vivere un’esperienza di confronto straordinaria».

Stefano, che tema hai affrontato?

Il doping e i valori nel mondo dello sport. Avevo letto un libro di Sandro Donati Lo sport del doping. Chi lo subisce, chi lo combatte che mi è piaciuto molto. Inoltre in quei giorni a Roma  ho seguito con interesse la parte sul doping, una piaga dello sport, ormai diventata un fenomeno sociale.

Sei felice di questa vittoria?

E’ una bella soddisfazione. Mi hanno telefonato a casa, in Sardegna, per informarmi che una lettera da Roma annunciava il mio inserimento nella rosa di coloro che sarebbero partiti per Olimpia. Una vittoria inaspettata.

E lei prof Calavalle, se l’aspettava?

Mi sorprende che un ragazzo così giovane abbia dimostrato così tanto impegno. E’ edificante trovare chi ha voglia di fare e non pensa a perdere tempo, pronto ad approfittare delle opportunità che la nostra università offre ai propri studenti. Aggiungo che Gianluca Fraternali, il collega che con Stefano ha provato il concorso, non si è perso d’animo ed è già rientrato dai sei mesi trascorsi in Erasmus in Germania, a Münster, dove ha sostenuto cinque esami in lingua tedesca (certo forte della sua origine altoatesina). Sono esempi di nostri studenti bravi.

Sempre a Roma con Carolina Konstner

A Roma con Alex Zanardi, Stefano Amatori e gli altri studenti di UniUrb

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011