Quo vadis Europa?
Stabilità e crescita nell’ordinamento europeo: un seminario internazionale con importanti studiosi il 9 e 10 ottobre

1 ottobre 2014  |  di  |  Pubblicato in In evidenza (B)

Si salverà l’Unione europea nel mare tempestoso della globalizzazione?  E’ questo l’interrogativo posto al centro del seminario internazionale “Quo vadis Europa?”, organizzato dal professore Antonio Cantaro del Dipartimento di Giurisprudenza, nel quale si confronteranno alcuni dei più autorevoli studiosi del processo di integrazione sovranazionale: economisti, giuristi, storici, filosofi, sociologi tutti appartenenti, a vario titolo, all’area dell’europeismo critico.

Il seminario si terrà nell’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza (via Matteotti, 1).

Professore Cantaro, a che punto è il processo di integrazione europea?

Ciò che è in discussione è il telos del processo integrativo: il progetto costituzionale di una “Unione sempre più stretta dei popoli europei.” Non solo l’integrazione monetaria, la più eclatante dal punto di vista materiale e simbolico. Ma, altresì, l’integrazione geografica (la politica dell’allargamento), l’integrazione economico-giuridica (l’approfondimento), l’integrazione sociale (il modello sociale europeo).

«Le due giornate di lavoro urbinate – continua il professore Cantaro - saranno aperte dalla relazione del’eminente giurista tedesco Christian Joerges, direttore del  Centro Studi di Politiche del Diritto Europeo di Brema, e si articoleranno in tre distinte sessioni nelle quali interverranno, tra gli altri i professori: Francisco Balaguer Callejón, direttore della Revista de Derecho constitucional europeo; Stelio Mangiameli, direttore dell’Istituto di Studi sui Sistemi Regionali Federali e sulle Autonomie-CNR; Leonardo Paggi, direttore dell’Associazione per la Storia e le Memorie della Repubblica; Paolo De Ioanna, giudice del Consiglio di Stato; Claudio Gnesutta, collaboratore del blog Sbilanciamoci.it; Miguel Ángel García Herrera e Gonzalo Maestro Buelga costituzionalisti dell’Università del Pais vasco; Ugo Ascoli sociologo dell’Università politecnica delle Marche, Stefano Giubboni giuslavorista dell’Università di Perugia».

Il seminario sarà concluso dall’intervento del Presidente dell’Associazione italiana dei costituzionalisti, il professore Antonio D’Atena.

Puoi sfogliare la Brochure del Seminario.

Responsabili scientifici del Seminario:

Antonio Cantaro, Yuri Kazepov

Segreteria organizzativa:

Alessandra Cupparoni: alessandra.cupparoni@uniurb.it

Federico Losurdo: tel. 0722/305784

 

 

 

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011