Baroni rampanti per la salute degli alberi
Tree climbing all’Orto botonico “Pierina Scaramella”

20 aprile 2011  |  di  |  Pubblicato in Slider, Tempo Libero

All’interno dello splendido Orto Botanico “Pierina Scaramella” di Urbino si sono svolte, il 15 e il 16 aprile, delle giornate dimostrative di arrampicata sugli alberi “Tree Climbing”, in collaborazione con il Consorzio Giardinaggio Arboricoltura Ambiente “Sinergia Verde” .

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Il metodo “Tree Climbing” si afferma nella cura degli arbusti perché permette di operare in sicurezza nei lavori di ispezione, potatura, consolidamento e abbattimento controllato del verde urbano ma è anche un’attività sportiva, aperta esclusivamente a chi non soffre di vertigini.

Questa tecnica, nata negli Stati Uniti nella prima metà del ‘900, permette infatti di salire sugli alberi, alti fino a 30 metri, attraverso delle funi. Nicola Pesciulli, uno degli arrampicatori, spiega ai presenti, tra studenti, appassionati e curiosi, le attrezzature: “C’è un ancoraggio alla base del tronco ed un dispositivo che trattiene la corda al fusto. L’imbracatura è collegata alla fune con un meccanismo simile a quello delle cinture di sicurezza e ha un pedale che permette la risalita. La discesa, invece, è consentita dolcemente da una leva antipanico che impedisce bruschi salti.

Dopo la dimostrazione, che ci lascia tutti stupiti ed ammirati, raggiungo la professoressa Giovanna Giomaro nonché il prefetto dell’Orto botanico: “L’iniziativa nasce dalla necessità di curare e mantenere sani gli alberi del giardino con un nuovo metodo, più agevole, in quanto non usa mezzi meccanici, disagevoli da usare nell’Orto, in parte prensile e troppo vicino alle abitazioni.

Tra le 112 piante arboree, spiccano per le notevoli dimensioni e risalenti alle origini dell’Orto stesso, fondato nel 1809 dal botanico friulano Joannes de Brignoli, un faggio (Fagus Sylvatica L.) un liriodendro ( Liriodendron tulipifera L.) e un frassino (Fraxinus excelsior var. pendula).

Avevamo bisogno di persone con una cultura nel settore, capaci di operare in modo oculato lungo tutto lo scheletro dell’albero.” continua la prof Giomaro. Difatti, come moderni baroni rampanti, i membri del consorzio “Sinergia Verde” si arrampicano con nonchalance, qualcuno canta anche, e con elasticità si spostano sopra un leccio (Quercus ilex L.) o un alianto (Alianthus granulosa Desf.), per controllarne la salute da cima a fondo.

Alessandro Minto, capo gruppo del Consorzio, spiega l’efficacia del metodo e come la sicurezza sia garantita in modo totale, anche nel salire. Molto affascinante da vedere ma alla proposta di un’arrampicata tutti i presenti declinano gentilmente l’invito.

La prof.ssa Giomaro, soddisfatta dell’iniziativa, ci dice che nonostante il maltempo l’evento ha suscitato molta curiosità. “Speriamo che serva a trasmettere una cultura del verde urbano e l’importanza di una conoscenza specifica, che purtroppo, nella provincia è ancora sottovalutata”.


Gallery

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Tree Climbing / Fotografie di Donatello Trisolino

Comments are closed.

Seguici su Twitter…

Social Media

Guida ai servizi

University of Urbino su LinkedIn


UniurbPost - Online Magazine dell'Università di Urbino Carlo Bo 2017 © Tutti i diritti sono riservati
UniurbPost | Online Magazine dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Direttore responsabile | Direttore editoriale
Credits → Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 231 del 14 luglio 2011